Noi Parlamento Europeo, 4° Turno

Nel mezzo della pandemia, il 4° turno dei Noi Parlamento Europeo delle Camere di 25 paesi dell’UE ha discusso quali conseguenze l’UE dovrebbe trarre dalla pandemia. 26 politici europei di sei paesi e cinque partiti hanno risposto ai desideri dei partecipanti.

Questi erano i Noi Parlamento Europeo della Camera 2021

Dal24 aprile all’11 luglio 2021, un totale di circa 800 persone in 25 paesi dell’UE o 38 paesi hanno discusso in piccoli gruppi privati quali conseguenze l’UE dovrebbe trarre dalla pandemia. Quasi la metà delle discussioni si sono svolte come video dei Noi Parlamento Europeo. L’altra metà come al solito, analogica.

Inoltre, ci sono stati numerosi Noi Parlamento Europeo transnazionali condotti da video Noi Parlamento Europeo,che danno un contributo concreto al dialogo europeo transfrontaliero. Per questi Noi Parlamento Europeo, o le persone sono state abbinate l’una all’altra attraverso un processo di abbinamento o i partecipanti hanno motivato i loro conoscenti di altri paesi ad unirsi a loro.

In agosto e settembre 2021, 26 politici dell’UE commenteranno i risultati del voto nei piccoli gruppi.

Questi politici reagiscono in diretta ai risultati.
Discutete con noi!

S&D
31.08.2021

Katarina Barley

Katarina Barley

Łukasz Kohut

Łukasz Kohut

The Left
07.09.2021

Martin Schirdewan

Martin Schirdewan

Helmut Scholz

Helmut Scholz

Verdi Europei / ALE
08.09.2021

Franziska Brantner

Franziska Brantner

Gwendoline Delbos-Corfield

Gwendoline Delbos-Corfield

PPE
23.09.2021

Peter Liese

Peter Liese

Othmar Karas

Othmar Karas

Renew Europe
In attesa

Nicola Beer

Nicola Beer

In attesa

In attesa

Risultati del 4° turno

„Soll die EU in zukünftigen pandemischen Krisen entschiedener europäische Interessen vertreten?"

Il 69 per cento dei Noi Parlamento Europeo, dopo aver discusso i vari aspetti, erano favorevoli a che l’UE difendesse più fermamente gli interessi europei nelle future crisi pandemiche.

p

1100 partecipanti
800 risultati ricevuti
88 approvazioni
26 astensioni
14 rifiuti

„Sollen Impfstoffe und notwendige medizinische Produkte künftig komplett in der EU produziert werden, um die Versorgung der EU-Bevölkerung sicherzustellen?"

Media: 6,4

L’argomento più importante per la delocalizzazione della produzione nell’UE è il guadagno di indipendenzache porterebbe. Questo significherebbe che i bisogni fondamentali degli europei sarebbero meno esposti alle influenze geopolitiche dei paesi terzi.

La principale contro-argomentazione menzionata era che la delocalizzazione della produzione potrebbe provocare reazioni protezionistiche da parte dei paesi non UE e quindi danneggiare indirettamente l’economia dell’UE e la posizione politica dell’UE.

"Sollen lebenswichtige medizinische Produkte (wie zum Beispiel Impfstoffe) erst aus der EU exportiert werden dürfen, wenn europäische Bürger*innen versorgt sind?"

Media: 4.1

La contro-argomentazione più spesso avanzata per questo è che tutti i paesi di questo mondo dovrebbero essere considerati allo stesso modo in questa crisi. Coloro che hanno accesso a più risorse materiali devono agire in modo solidale. Il “nazionalismo vaccino” sarebbe in contraddizione con i valori fondamentali dell’UE.

Coloro che hanno votato a favore della proposta hanno innanzitutto chiesto solidarietà verso la popolazione europea. In particolare, hanno detto, i servizi di interesse generale devono avere la priorità sugli interessi economici e sui compromessi geopolitici.

„Sollen Bürger*innen nach Impfung oder nachgewiesener Immunität die Möglichkeit haben, unbeschränkt in der Europäischen Union zu reisen?“

Media: 7,5

La maggioranza dei Noi Parlamento Europeo vorrebbe poter viaggiare all’interno dell’UE senza restrizioni. La condizione per questo dovrebbe essere che le persone che viaggiano non siano infettive.

Ripristinare la libertà di viaggiare per le persone vaccinate sosterrebbe lo sviluppo economico dei paesi con molto turismo e sarebbe un incentivo a vaccinarsi.

Gli oppositori della proposta criticano in particolare la discriminazionecontro i giovani che non hanno ancora avuto la possibilità di essere vaccinati o che non possono essere vaccinati per motivi di salute.

Ritratti dei partner di dialogo del 4° turno

Othmar Karas

PPE
Austria

Peter Liese

PPE
Germania

Katarina Barley

S&D
Germania

Gwendoline Delbos-Corfield

Verdi Europei / ALE
Francia

Nicola Beer

Renew Europe
Germania

Martin Schirdewan

GUE / NGL
Germania

Mostra a tutti i politici partecipanti

Manfred Weber

PPE
Germania

Angelika Niebler

PPE
Germania

Michaela Šojdrová

PPE
Repubblica Ceca

Luděk Niedermayer

PPE
Repubblica Ceca

Hildegard Bentele

PPE
Germania

Paulo Rangel

PPE
Portogallo

Rainer Wieland

PPE
Germania

Katja Leikert

Unione Cristiano-Democratica in Bundestag
Germania

Michael Link

Partito Liberale Democratico in Bundestag
Germania

Svenja Hahn

Renew Europe
Germania

Michael Roth

Ministro di Stato per l'Europa
Germania

Łukasz Kohut

S&D
Polonia

Pedro Marques

S&D
Portogallo

Gabriele Bischoff

S&D
Germania

Helmut Scholz

GUE / NGL
Germania

Fabienne Keller

Renew Europe
Francia

Andreas Glück

Renew Europe
Germania

Jan-Christoph Oetjen

Renew Europe
Germania

Michael Theurer

Partito Liberale Democratico in Bundestag
Germania

Moritz Körner

Renew Europe
Germania

Ska Keller

Verdi Europei / ALE
Germania

Michael Bloss

Verdi Europei / ALE
Germania

Damian Boeselager

Volt / Verdi Europei - ALE
Germania

Franziska Brantner

Alleanza 90/I Verdi in Bundestag
Germania

Henrike Hahn

Verdi Europei / ALE
Germania

Daniel Freund

Verdi Europei / ALE
Germania

Sergey Lagodinsky

Verdi Europei / ALE
Germania

Hannah Neumann

Verdi Europei / ALE
Germania

Jutta Paulus

Verdi Europei / ALE
Germania

Essere presenti

Registratevi quie vi informeremo quando sarà aperta la registrazione per i ParlamentiCasa europei.

Registrati qui per il prossimo ciclo di Noi Parlamento Europeo. Il futuro della solidarietà europea

Fino ad allora, riceverai da noi aggiornamenti e informazioni regolari sui nostri webinar con i migliori politici dell’UE. Inoltre, vi coinvolgeremo nella scelta degli argomenti di conversazione per il prossimo turno.

Chi siamo

Pulse of Europe è un’iniziativa popolare indipendente e apartitica fondata a Francoforte sul Meno nel 2016. Il nostro obiettivo è quello di rendere visibile e udibile l’idea europea. Vogliamo contribuire a far sì che anche in futuro esista un’Europa unita e democratica, in cui il rispetto della dignità umana, lo Stato di diritto, la libertå di pensiero e azione, la tolleranza e il rispetto siano i fondamenti naturali della comunità.

Un progetto di

Pulse of Europe e.V.

Sostegno finanziario da

Supportato da

Federal Agency for Civic Education

Supportato da

Democracy International

openPetition

Pulse of Europe e.V.

Federal Agency for Civic Education

Democracy International

openPetition